• giugno

    16

    2020
  • 10
  • 0
Diversi tipi vigneti e le staffe distanziafili adatte all’allevamento

Diversi tipi vigneti e le staffe distanziafili adatte all’allevamento

Filari, fili e distanziafili: filo singolo filo doppio? Quali sono le ragioni o i vantaggi dell’una e dell’altra scelta? Vediamo prima di tutto a cosa servono i fili in nell’impianto di un vigneto.

Negli impianti dei vigneti i fili servono a sostenere la vegetazione e a direzionarne la crescita. I tralci possono essere fissati ai fili tramite legature oppure lasciati crescere a cavallo del filo (come accade, per esempio, nell’impianto a cordone libero). 

Fili e distanziafili: il filo e il vigneto

La scelta dei fili, come di qualsiasi altro accessorio necessario alla realizzazione dei filari sui quali impostare la vigna, è frutto di scelte accorte e ponderate. 

Fili per vigneto

La tendenza è selezionare fili resistenti alla trazione e alle sollecitazioni di potature e raccolte meccaniche, ma anche all’ossidazione alla quale anche i fili sono inevitabilmente sottoposti, data l’esposizione agli agenti atmosferici e ai prodotti nebulizzati in vigna per i trattamenti fitosanitari.

I fili sono normalmente dei fili in acciaio zincato di spessore variabile a seconda del carico che sono chiamati a sostenere e delle sollecitazioni alle quali devono rispondere. Questo dipende molto, chiaramente, anche dal tipo di impianto: la distanza tra i pali, la disposizione dei tralci, la quantità di viti da sostenere tra un palo e l’altro sono tutti elementi che determinano una scelta piuttosto che un’altra.

I fili utilizzati per la realizzazione dei filari devono essere molto resistenti. La scelta va dai fili in acciaio a tripla zincatura al filo in acciaio inossidabile o al filo in acciaio rivestito di zinco o alluminio. In alcune circostanze, soprattutto per contenere la vegetazione, si utilizza anche il filo in polimero plastico.

Ciascun filo ha caratteristiche differenti in termini di elasticità, resistenza al taglio, resistenza all’usura e alla corrosione. Sarà bene valutarne la scelta con attenzione in base all’impianto scelto e alle caratteristiche del territorio, considerando che si può giocare sul suo spessore per ovviare, ad esempio, a una minore resistenza al taglio. 

Distanziatori per fili vigneto

Un accessorio particolare è il distanziafili, che consente di creare due linee di filo parallele tra loro. Questa soluzione si adotta per aiutare lo sviluppo della vegetazione, che viene accolta, appunto tra i due fili tesi, e consente di evitare le legature dei tralci. 

I distanziafili possono velocizzare le operazioni di cura del vigneto e diventano essenziali per impostare alcuni tipi di impianto, come ad esempio l’impianto a tendone, e comunque ovunque vi sia dove la necessità di guidare i tralci verso l’alto. 

Staffe distanziafili Orma

Orma ha elaborato una particolare staffa distanziafili, in acciaio zincato, che consente di disporre due fili paralleli alloggiati in particolari asole, allo scopo di contenere e sostenere la crescita della vegetazione verso l’alto. 

Per la loro forma e per la presenza delle asole, le staffe si possono adeguare anche a impianti preesistenti, accogliendo anche fili già posizionati.

Questo particolare accessorio è studiato per non disturbare nel modo più assoluto le operazioni dei macchinari, come le vendemmiatrici meccaniche, e per ridurre la necessità di frequenti interventi di manodopera in vigna dovuti alle legature manuali dei tralci, che si rendono necessarie con il procedere dello sviluppo della vegetazione. 

Date una marcia in più al vostro vigneto: scegliete le staffe distanziafili ORMA!  

LEAVE A COMMENT

You comment will be published within 24 hours.

Cancel reply

COST CALCULATOR

Use our form to estimate the initial cost of renovation or installation.

REQUEST A QUOTE
Latest Posts
Most Viewed
Text Widget

Here is a text widget settings ipsum lore tora dolor sit amet velum. Maecenas est velum, gravida Vehicula Dolor

Categories

© Copyright 2016 O.R.M.A. P.IVA: 00090980814